Classici e capiscuola del Rock Progressivo


Logo della band Magma

Sotto l'etichetta di Rock Progressivo vengono compresi tutti i gruppi e gli artisti che, a partire dalla fine degli anni Sessanta e soprattutto nel corso del decennio successivo, hanno cercato di uscire dai confini della canzone tradizionale e della cosiddetta 'musica leggera'.

Attraverso la cosiddetta contaminazione il rock si è avvicinato e mescolato per la prima volta alla musica classica, specialmente sinfonica, al jazz e al folk. Logo dell'etichetta Charisma Il risultato fu la nascita di alcuni sottogeneri variamente etichettati: dal Rock Barocco a quello Sinfonico o Romantico, passando per quello Gotico e così via. Senza dimenticare alcuni indirizzi specifici che all'inizio prendono corpo in una certa scena nazionale per andare poi a designare vere e proprie correnti stilistiche: il Krautrock tedesco o la Zeuhl Music in Francia, ad esempio, o il cosiddetto
Canterbury Sound inglese.

La celebre spirale della Vertigo Già attraverso questi esempi si può affermare che, sebbene i pionieri del Progressive sul finire degli anni Sessanta siano stati certamente i gruppi inglesi, quasi subito analoghe esperienze seguirono un po' dovunque.

Insomma, nell'era di Internet appare evidente la diffusione realmente globale del rock progressivo, che non è stato affatto, come poteva apparire all'epoca, un fenomeno esclusivamente anglofono: esistevano, ed esistono ancora, esperienze interessanti dappertutto, dai paesi scandinavi al Sud America.

Questa globalità del progressive rock è confermata anche dalle "charts" di gradimento di alcuni siti e network musicali molto popolari, risultanti dalla somma dei giudizi espressi dai visitatori, oppure da singoli esperti. Potete verificarlo voi stessi
qui .

Ecco perché tra i
classici del genere, accanto ai capiscuola riconosciuti della scena britannica, sono da annoverare anche artisti di varia provenienza geografica: tutti coloro insomma che, a mio parere, hanno offerto il proprio contributo all'evoluzione e all'affermazione del rock progressivo.

Divisi in ordine alfabetico, con gli italiani radunati a parte, i classici sono attualmente
54, distribuiti dal punto di vista geografico come di seguito.

Si possono consultare i classici in ordine alfabetico, cliccando sulle singole bandiere nazionali, oppure, per visionare tutti gli artisti inclusi, anche nell'Archivio Prog, è possibile partire dall'
Indice Artisti.

UK 20    Italia 12    Germania 7    Francia 6    Olanda 3    Svezia 2    Brasile 1    Danimarca 1    Slovacchia 1    Finlandia 1   

Ultime aggiunte: O Terço


 

 

More on: style and document
Page transferred by Go FTP FREE Program